Testimonianze

libertà dell'essere

Testimonianze

Considero Olga una persona autentica, una professionista seria e affidabile. Ha una buona capacità di ascolto e di empatia, ma soprattutto possiede, secondo me, una notevole capacità di intuire le emozioni dell’altro, è delicata nell’esprimerti e nel fare i dovuti rimandi a chi si apre con lei. La voglia di conoscere, di continuare a formarsi, comunica una grande passione per il suo lavoro.

Viola N., Firenze

È stato un incontro che è cresciuto nella nostra conoscenza e apertura di cuore, e mi ha Donato la fiducia e il piacere di poter essere autentica. La sua attenzione, la sua riservatezza, la sua presenza mi ha aiutato nei momenti difficili, e mi ha dato gioia anche quando era difficile. E’ una donna generosa, ospitale e leale. 

Eleonora F., Brescia

Considero Olga la più attenta ascoltatrice capace di sentire le vibrazioni più profonde dell’animo. Nel suo lavoro esprime un elevato grado di accuratezza e di precisione, non si accontenta del primo livello di consapevolezza ma approfondisce sempre con profondo rispetto della persona. Fiducia e accuratezza i due aggettivi che la caratterizzano, con lei si fanno esperienze sempre di qualità.

Paolo R., Milano

Olga, prima di essere una professionista, è una persona dalle mille sfaccettature, una rara profondità d’animo e un’irrefrenabile passione verso la vita e le sue continue sfide. Quando ho iniziato il mio percorso con Olga, ero molto addolorata dalla vita, attorcigliata su di me, ma anche concentrata sul volerla migliorare. C’erano mille pensieri a cui mettere ordine e delle priorità da dare alle mie decisioni future. Iniziare ogni sessione con il suo sguardo dolce e determinato mi dava la fiducia che questo sarebbe accaduto. E così è stato. Passo dopo passo, Olga mi ha guidato attraverso luoghi inesplorati della mia anima, reinterpretando fatti ed emozioni con una luce nuova. Ho rivissuto momenti critici della mia vita cogliendone nuovi significati e riuscendo a guardarli anche con gli occhi e il cuore degli altri. Olga è attenta a ogni dettaglio, ogni sfumatura, ogni significato. Lo fa con una grazia e una precisione.

Alessandra S., Milano

Olga è una persona, un coach e terapeuta che va incontro all’altro sempre con il cuore. L’ho potuto sperimentare più volte nel corso della nostra frequentazione. Ha un grande talento intuitivo, vede con grande anticipo cose non scontate delle persone e ha la pazienza e la resilienza di sostenerle coi loro tempi, sempre nel rispetto dell’altro. Vede le persone come un unicum… mente cuore e corpo, ha una grande capacità di lettura dei segnali non verbali e usa questi suoi talenti, che ha sviluppato con una grande determinazione, per sostenere le persone con dolcezza, accoglienza e presenza. È creativa, ha spesso un punto di vista inedito e interessante. È una persona molto stimolante e ricca. E io le voglio bene. ❤

Laura P. Milano

Dopo il seminario “Il Cuore Libero”

Ho un fuoco dentro…un’energia vitale che è sempre stata “fuori luogo”. Una singolarità fatta di creatività, fantasia, immaginazione, potere di coinvolgere che è sempre stata mortificata prima dai miei, poi dal mio “inquisitore”

Adesso gli eventi esterni, la malattia di mia sorella, la precarietà del lavoro, stanno buttando cenere su questo fuoco e voglio trovare il modo di tenerlo vivo nonostante tutto o grazie a tutto questo, di non lasciarlo spegnere lì sotto, facendo avanzare il nulla (del film della Storia Infinita). Sono io, sono io quella persona lì, sono io Atreiu… non voglio più dimenticarlo. 

Mi porto a casa la capacità di dire NO con amore, sapendo che il legame rimane, e se non rimane, meglio la chiarezza dell’ambiguità e dell’inganno/illusione miei o dell’altra persona. Definire i confini è un gesto d’amore perché siamo presenti con tutti noi stessi, non con le nostre immagini, proiezioni, maschere, non con l’illusione che facciamo il bene dell’altro. 

Mi porto a casa il volo, la voglia di vivere, ho la mia strada da percorrere e voglio farlo in pieno, con tutte le mie forze, senza sacrificarmi per gli altri vivendo nell’illusione che farlo è l’unico modo per meritarmi di essere al mondo. Perché me lo merito per il solo fatto di esistere, non devo dimostrare di meritarmelo a NESSUNO. 

Ho diritto di esistere, così come sono, non devo dimostrarlo a tutti in continuazione. BASTA 

Sono così. Punto. Va bene? Ok. Non va bene? Non dobbiamo incontrarci per forza.

Ho aperto questo canale, non voglio richiuderlo con il fare.

Voglio sentirmi in ogni momento e non dimenticarmi in funzione degli altri perché mi perdo, mi prosciugo, mi spengo. 

In questo tempo che mi rimane voglio vivere tutto, appieno, e se e quando arriva il problema, troverò una soluzione, non voglio vivere nel timore che possa accadere qualcosa, anche perché NULLA È PER SEMPRE. Quindi mi godo quello che c’è senza attaccamento. 

Sono qui con la mia piccolina nel cuore, con la sua/mia essenza (gioia di vivere, curiosità, fantasia, voglia di creare e stare con gli altri)  e la mia forza, il mio coraggio, la mia determinazione di adulta che ha affrontato momenti difficili completamente da sola. 

Sono qui che danzo, con l’impegno di non tradire mai più quel fuoco. 

Tatiana G., Torino